NEWS


> Torna alle News


13.10.2009

27// M.O.: La Marcia della pace interroga l'Europa

di Agenzia Italia

 

Gerusalemme, 13 ott. – La ‘marcia dei Quattrocento’ italiani per rilanciare il negoziato tra israeliani e palestinesi si è fermata oggi a Gerusalemme per una pausa di riflessione su un tema preciso: ‘Il ruolo dell’Europa per la pace in Medio Oriente’. È il titolo della conferenza che si è aperta questa mattina, terzo giorno della missione tutta italiana promossa dal Coordinamento degli Enti Locali per la Pace e i Diritti umani, la Tavola della Pace e dalla Piattaforma delle ong italiane per il Medio Oriente. Una sorta di ‘diplomazia del popolo’ che sta incontrando nei territori palestinesi e in Israele amministratori, dirigenti sindacali, esponenti di ong, studenti e semplici cittadini. ‘Time for Responsabilities’, recita lo slogan della missione, mediato da un passaggio di un discorso del presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, e che ancora non ha avuto –ha sottolineato Flavio Lotti, coordinatore nazionale della Tavola della Pace nel suo discorso introduttivo- “un’adesione esplicita dall’Europa”. Hanno accettato di parlarne, tra gli altri, Nils Eliasson, console generale di Svezia a Gerusalemme, Christian Berger, rappresentante della Commissione europea a Gerusalemme, Michael Sabbah, patriarca latino emerito, Sari Nusseibeh, rettore dell’università ‘Al-Quds’ e copresidente dell’Organizzazione israelo-palestinese di Scienze, Janet Aviad, docente all’università ebraica di Gerusalemme, Fajr Harb, coordinatore del ‘Carter Center’, Luisa Morgantini, ex vice presidente del Parlamento europeo. Il dibattito e’ moderato dai giornalisti Eric Salerno e Paola Caridi.

> Scrivi un Commento
Letto 3395 volte